Home > Tour Operator > Santuario Madonna di Fatima

Santuario Madonna di Fatima

Contattaci per un preventivo personalizzato

Santuario di Nostra Signora di Fatima
Apartado 31 – 2496-908 Fátima
Tel: (+351) 249 – 539 600
Fax: (+351) 249 – 539 605
email: info@fatima.pt
Uffici informazioni e accoglienza presso la Cappellina delle Apparizioni.
Orario estivo (da maggio ad ottobre):
da lunedì a sabato: dalle 9.00 alle 18.30.
Domenica: dalle 9.00 alle 18.00.
Orario invernale (da novembre ad aprile):
da lunedì a sabato: dalle 9.00 alle 18.00.
domenica: dalle 9.00 alle 17.30.
Nei giorni festivi la chiusura è anticipata di un’ora.
Chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio.

FATIMA (PORTOGALLO) – Nella regione centrale del Portogallo, a circa 50 chilometri dall’Oceano Atlantico, nel territorio del municipio di Ourèm, sorge il villaggio di Fatima.
Questi due toponimi, come tanti altri in Portogallo, risalgono ai tempi dei Mori.

Il Santuario della Madonna di Fatima  è uno dei grandi santuari mondiali, meta di pellegrinaggio per milioni di fedeli ogni anno. Questo santuario è un dei centri della fede, uno focolare sempre acceso e pronto a scaldare il cuore di chi, per caso o con ferma convinzione, potrebbe vedersi cambiare la vita nel visitarlo. Certamente non solo la visita, quanto la preghiera al Santuario di Nostra Signora di Fatima è in grado di donare ai fedeli un’energia nuova da portare nelle proprie case e a chiunque si incontri.

Come noto, Fatima era il nome della figlia di Maometto, il grande profeta dell’Islam.

Oggi Fatima sta a indicare il villaggio centrale, di cui fa parte l’omonima parrocchia.

A circa un chilometro da Fatima si trova Aljustrel, la piccola frazione dove sono nati i tre pastorelli a cui è apparsa la Madonna nel 1917. Dopo questo grandioso fatto la Madonna promise loro che a riprova di ciò e a conferma della veridicità dell’apparizione, nonché come dimostrazione al mondo intero, sarebbe avvenuto un evento prodigioso nello stesso luogo il 13 ottobre dello stesso anno.

Così si radunò una grande folla, in cui vi furono anche numerosi giornalisti pronti a vivere l’evento e a riportarlo nelle varie testate. Il luogo era quello della Cova di Iria e il 13 ottobre del 1917 vi furono presenti decine di migliaia di persone, forse addirittura centomila, quando avvenne il cosiddetto Miracolo del Sole così riportato da Avelino de Almeida, giornalista presente alla Cova:

“COSE FENOMENALI! COME IL SOLE BALLO’ A MEZZOGIORNO A FATIMA
[…] Il sole sorge, ma l’aspetto del cielo minaccia temporale. Nuvole nere si ammassano sulla folla di Fatima. […] Alle dieci il cielo si oscura totalmente e non tarda a cadere una forte pioggia. […] I fanciulli affermano che la Signora aveva parlato loro ancora una volta, e il cielo, prima caliginoso, comincia subito a schiarirsi in alto; la pioggia cessa e si presenta il sole che inonda di luce il paesaggio. […]

L’ora mattutina è la regola per questa moltitudine, che calcoli imparziali di persone colte e di tutto rispetto, punto rapite come per influenza mistica, contano in trenta o quaranta mila creature… La manifestazione miracolosa, il segno visibile annunciato sta per essere prodotto – assicurano molti pellegrini… E si assiste a uno spettacolo unico e incredibile per chi non fu testimone di esso. Dalla cima della strada, dove si ammassano i carri e sostano molte centinaia di persone, alle quali manca la voglia di mettersi nella terra fangosa, si vede tutta l’immensa moltitudine voltarsi verso il sole, che si mostra libero dalle nuvole, nello zenit. L’astro sembra un disco di argento scuro ed è possibile fissarlo senza il minimo sforzo. Non brucia, non acceca. Si direbbe realizzarsi un’eclissi. Ma ecco che un grido colossale si alza, e dagli spettatori che si trovano più vicini si ode gridare:

«Miracolo, Miracolo! Meraviglia, meraviglia!» Agli occhi sbalorditi di quella folla, il cui atteggiamento ci riporta ai tempi biblici e che, pallida di sorpresa, con la testa scoperta, fissa l’azzurro (cielo), il sole tremò ed ebbe mai visti movimenti bruschi fuori da tutte le leggi cosmiche, il sole “ballò”, secondo la tipica espressione dei contadini.”

Ecco, invece, il racconto di Suor Lucia:
“Arrivati a Cova da Iria, vicino all’elce, spinta da un movimento interiore, chiesi al popolo che chiudessero gli ombrelli, per recitare il Rosario. Poco dopo vedemmo il riflesso della luce e subito dopo la Madonna sull’elce.
– Che cosa volete da me ?
(Risposta della Madonna)
– Voglio dirti che facciano qui una cappella in mio onore; chè Io sono la Madonna del Rosario; che continuino a recitare il Rosario tutti i giorni. La guerra terminerà e i militari torneranno tra breve alle loro case.
– Io avevo molte cose da chiederVi: se guarite alcuni malati e la conversione di alcuni peccatori, ecc.
(Risposta della Madonna)
– Alcuni, sì; altri no; è necessario che si correggano; che domandino perdono dei loro peccati; – e assumendo un aspetto più triste – che non offendano più Dio nostro Signore, che è già molto offeso.

E aprendo le mani le fece riflettere nel sole; e, mentre si elevava, il riflesso della sua stessa luce continuava a proiettarsi contro il sole. … Scomparsa la Madonna nell’immensa distanza del firmamento, vedemmo, vicino al sole, San Giuseppe col Bambino e la Madonna vestita di bianco con un manto azzurro. San Giuseppe e il Bambino parevano benedire il mondo, con dei gesti che facevano con la mano in forma di Croce. Poco dopo, svanita questa apparizione, vidi nostro Signore e la Madonna, che mi dava l’impressione d’essere la Madonna dei Dolori. Nostro Signore pareva benedire il mondo, come aveva fatto San Giuseppe. Svanì questa apparizione e mi parve di vedere ancora la Madonna nelle vesti della Madonna del Carmelo”.

Qui un video sul Miracolo del Sole tratto dal film.

[youtube a9g8hVv7tMA]

Verso occidente, poco distante da Aljustrel, su di una collina coperta di ulivi, si erge una minuscola agglomerazione di rocce, la Loca do Cabeço, dove nel 1916 l’Angelo apparve ai pastorelli per ben tre volte.

Due chilometri a ovest di Fatima, si snoda una delle tante piccole valli della regione, chiamata Cava da Iria: qui la Madonna apparve cinque volte ai veggenti.

In un’altra piccola valle, tra Aljustrel e Loca do Cabeço, chiamata Valinhos, si trova il luogo dove la Vergine apparve loro una volta.

La ricorrenza religiosa della Madonna di Fatima cade il 13 Maggio di ogni anno (giorno in cui la Madonna apparve per la prima volta ai tre pastorelli), giorno in cui, nel 1981, il Santo Padre, ora Beato, Giovanni Paolo II fu vittima dell’attentato che tutti certamente ricorderanno da parte di Ali Ağca.

Il Santo Padre Giovanni Paolo II fu convinto, senza alcun dubbio, che Qualcuno o Qualcosa (e sappiamo benissimo anche noi Chi) lo preservò dalla morte. Volle, infatti, che il proiettile che lo colpì fosse incastonato nella corona della statua della Santa Vergine venerata a Fatima.

 

 

 

 

Fatima è estremamente conosciuta anche per il grande Segreto di Fatima rivelato, appunto a Fatima, dalla Santa Vergine durante l’apparizione ai tre pastorelli, Lucia, Francisco e Giacinta, rispettivamente di dieci, nove e sette anni.

Quando Francisco e Giacinta morirono, negli anni 1919 e 1920, Lucia rimase l’unica testimone vivente del Segreto di Fatima. Così furono rivelate le prime due parti del Segreto, ma non la terza, che avrebbe potuto essere rivelata, come disse Suor Lucia (la pastorella) solamente dopo il 1960. Venne, invece, interamente svelato nel 2000, quando Giovanni Paolo II beatificò Francisco e Giacinta.

Qui sotto le immagini dei luoghi dove riposano i tre pastorelli Lucia, Francisco e Giacinta.

 

 

 

 

 

 

 

 

Le tombe dei tre pastorelli si trovano all’interno della basilica principale, all’interno della quale, seppur nella cappella maggiore sono custoditi anche i resti dei vescovi S.Ecc. Mons. José Alves Correia da Silva e S.Ecc. Mons. Alberto Cosme do Amaral.

Centro e cuore del Santuario di Fatima è la Cappella delle Apparizioni. La prima costruzione realizzata successivamente alle apparizioni proprio nel luogo della Cova di Iria, dove la Santa Vergine volle manifestarsi a Francisco, Lucia e Giacinta, tre piccoli pastorelli.

Nel luogo esatto dell’apparizione vi è posta una scritta in marmo. In questo luogo giungono circa quattro milioni di pellegrini ogni anno!

Il Santuario di Fatima è davvero di grande importanza. Per il Segreto che Maria ha svelato ai pastorelli, per l’aiuto provvidente che diede al Santo Padre Giovanni Paolo II e per il cuore che scalda a tutti i fedeli.

 

Per ulteriori informazioni, anche in merito alla possibilità di accoglienza da parte del Santuario e per tutt le curiosità che vorrete soddisfare, ecco il sito ufficiale del Santuario di Fatima.

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Contattaci per informazioni

Siamo a vostra completa disposizione per eventuali preventivi su tutti i servizi che offriamo.

Potete contattarci dal lunedì al venerdì dalle
ore 09:30 alle ore 18:00 o subito dal sito.

CONTATTI

Seguici su Facebook

Iscriviti alla newsletter


  • Inserisci la tua email per essere sempre informato sulle nostre iniziative, eventi offerte, proposte viaggio e promozioni.
Ti ringraziamo per esserti iscritto.
Inserisci una email valida.

Iscriviti